ARTE SULLA PELLE: L’AFFASCINANTE MONDO DEI TATUATORI E DEI PIERCING

Descrizione

Il tatuatore, noto anche come Tattoo Artist, è un artista che crea e applica disegni permanenti sulla pelle. Questi possono variare in stile e dimensione, spaziando da simboli e scritte fino ad arrivare a immagini artistiche e tatuaggi tribali. Utilizza strumenti specifici, aghi e inchiostri, seguendo rigorose norme igienico-sanitarie.

La Giornata Tipica

  • Ascolto e Progettazione: La giornata inizia con l’ascolto delle richieste del cliente, per comprendere il significato desiderato e proporre il design adeguato. È comune che i clienti abbiano già un’idea di ciò che desiderano, e il tatuatore lavora per personalizzare ulteriormente queste idee in disegni unici.
  • Preparazione e Procedura: Una volta concordato il disegno, il tatuatore spiega la procedura e prepara l’area di lavoro assicurandosi di seguire tutte le norme igienico-sanitarie, come l’uso di guanti in lattice e aghi monouso, e disinfetta l’area di pelle interessata.
  • Esecuzione del Tatuaggio: Il tatuaggio può essere realizzato a mano libera o tramite un foglio transfer che riporta il disegno sulla pelle. Durante il processo, il tatuatore presta attenzione alle reazioni del cliente, pronti a fermarsi in caso di eccessivo dolore.
  • Cura e Consigli: Al termine, vengono fornite al cliente istruzioni dettagliate su come curare il tatuaggio per una corretta cicatrizzazione, prevenendo infezioni e assicurando il miglior risultato estetico.

Competenze tecniche e qualità personali

Un tatuatore deve possedere una buona quantità di soft skills che riguardano soprattutto l’approcciarsi con i clienti e hard skills qualità tecniche e personali per la realizzazione dei tatuaggi. 

Tra le principali competenze che un tatuatore deve avere ci sono:

  • Abilità artistiche: una solida base artistica, competenze nel disegno, nella progettazione e nella comprensione dell’arte visiva.
  • Conoscenza della pelle: Capire la struttura della pelle, e come risponde al processo di tatuaggio.
  • Igienizzazione e sicurezza: Deve conoscere e seguire rigorose pratiche di igiene e sicurezza per prevenire infezioni.
  • Utilizzo delle attrezzature: Deve essere abile nell’uso di tutte le attrezzature necessarie.
  • Problem solving: capacità di risolvere problemi e gestire gli imprevisti che possono capitare durante lo sviluppo con flessibilità mentale.

Tra le principali qualità personali che un tatuatore deve avere ci sono:

  • Comunicazione efficace: Deve essere in grado di comunicare chiaramente con i clienti per comprendere le loro idee.
  • Empatia: Capire le esigenze e le preoccupazioni dei clienti per creare un ambiente confortevole durante il processo del tatuaggio.
  • Creatività e adattabilità: Essere creativi e in grado di adattarsi alle richieste e ai gusti variabili dei clienti.

Formazione e prospettive di carriera

Per esercitare l’attività di tatuatore e piercer è necessario aver compiuto i 18 anni e aver frequentato un corso di formazione finalizzato all’acquisizione delle necessarie competenze igienico-sanitarie secondo le indicazioni riportate nelle Linee Guida del Ministero della Sanità, oltre ad essere in possesso di un diploma di scuola superiore. È necessario frequentare un corso di specializzazione (90 ore) in strutture riconosciute dalla Regione per apprendere nozioni su infettivologia, dermatologia e tecnica professionale. È fondamentale che un tatuatore segua rigorose pratiche di igiene e sicurezza per prevenire infezioni e garantire la salute dei clienti. Ciò include l’uso di aghi sterili, la pulizia e la disinfezione degli strumenti e l’adozione di misure di sicurezza appropriate.

Ambito di lavoro

Il tatuatore, solitamente, lavora come libero professionista in uno studio autonomo.

Aspettative salariali

Un tatuatore, anche se agli inizi, può fatturare anche un minimo di 200/300 euro al giorno, fino ad arrivare a cifre pari al doppio o al triplo per i tatuatori più noti. Lo stipendio medio annuo di un tatuatore si aggira intorno ai 30.000 euro, a cui sottrarre il costo delle forniture necessarie. Il guadagno può essere una tariffa oraria o il costo totale del tatuaggio.

Tendenze del mercato

In Italia, il mercato dei tatuaggi è in forte espansione sia tra i consumatori che tra le imprese del settore. Una modesta percentuale della popolazione italiana ha almeno un tatuaggio, e il numero di tatuatori continua a crescere. La professione del tatuatore è in continua evoluzione, con nuove tendenze e stili che emergono costantemente. È importante per un tatuatore rimanere aggiornato sulle ultime tendenze e tecniche per soddisfare le aspettative dei clienti. Per migliorare le proprie abilità e conoscenze, molti tatuatori partecipano a corsi di formazione e workshop.

Diffusione

In Italia, il numero di tatuatori è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni. Secondo degli articoli risalenti al 2020, i tatuatori in Italia erano circa 4.000; tuttavia, ad oggi i dati potrebbero essere notevolmente variati.

Numero visualizzazioni: 67

Ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Riceverai informazioni aggiornate sulle nostre iniziative e pubblicazioni speciali

Aiutaci a migliorare

Rispondi a poche, semplici domande e consentici di rendere la nostra rivista ancora più utile ed efficace.