COSA RESPIRIAMO? UN’INDAGINE SULLA QUALITÀ DELL’ARIA NELLA PROVINCIA DI PORDENONE

L’obiettivo

L’inquinamento è un tema che tocca diversi aspetti della nostra vita quotidiana, dallo stato delle acque che ci circondano, spesso minacciate dalle microplastiche, all’aria che respiriamo ogni giorno. Mentre l’inquinamento idrico è un argomento ampiamente discusso, la qualità dell’aria che respiriamo spesso rimane un aspetto meno conosciuto e sottovalutato. In questo articolo, ci immergiamo in un’analisi dettagliata della qualità dell’aria nella provincia di Pordenone, esplorando non solo i livelli di inquinamento atmosferico, ma anche le implicazioni che questi hanno sulla salute pubblica e sull’ambiente.

Attraverso una serie di rilevazioni effettuate in 11 località della provincia, ci proponiamo di offrire una panoramica chiara e precisa sulla situazione attuale, mettendo in luce le sfide ambientali che la regione sta affrontando e le possibili soluzioni per un futuro più pulito e sostenibile.

L’indagine è stata condotta per nove giorni consecutivi, partendo da un martedì e concludendosi il mercoledì della settimana successiva, un paio di mesi fa. Le località coinvolte sono state: Zoppola, Pordenone, Maniago, Cordenons, Fiume Veneto, Azzano Decimo, Porcia, Brugnera, Sacile, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo

Premessa metodologica: come si misura la qualità dell’aria che respiriamo

La qualità dell’aria è determinata sia da fattori quantitativi che qualitativi, basata sulla presenza di sostanze inquinanti nell’atmosfera. Questi inquinanti possono essere di origine naturale, come pollini e spore, o antropica, derivanti da attività umane. La loro esposizione prolungata può causare danni significativi alla salute e si presentano in vari stati: gassoso, solido e liquido.

Gli inquinanti antropici, ritenuti i più dannosi, provengono da diverse fonti: impianti di riscaldamento, motori di veicoli, centrali termoelettriche, pratiche agricole, scarichi industriali e inceneritori. Questi inquinanti possono essere classificati come primari, emessi direttamente nell’atmosfera (ad esempio, le particelle PM10), o secondari, formatisi in seguito a reazioni chimiche nell’aria (come le particelle PM2.5).

Tra gli inquinanti primari più noti troviamo il monossido di carbonio (CO), estremamente tossico poiché sostituisce l’ossigeno nel sangue; il diossido di carbonio (CO2), un gas serra; gli ossidi di azoto (NO e NO2), che contribuiscono alla formazione di sostanze acide; il benzene; e gli ossidi di zolfo (SO2 e SO3).

L’inquinamento atmosferico può derivare sia da fonti domestiche sia esterne. Circa 2.4 miliardi di persone nel mondo utilizzano ancora combustibili solidi come legna, scarti agricoli e carbone per il riscaldamento domestico. Questi combustibili rilasciano sostanze pericolose, inclusa la polvere fine che può penetrare nei polmoni, rappresentando un serio rischio per la salute.

I risultati commentati criticamente

  • Zoppola: Fluttuazioni nella Qualità dell’Aria

A Zoppola, nei primi cinque giorni di misurazione, si sono registrati livelli elevati di particolato fine (PM2.5) e AQI, raggiungendo il livello “non salutare” (101-150), suggerendo la limitazione dell’attività fisica all’aperto. I livelli di diossido di azoto e ozono erano nella norma, mentre il PM10 era più alto. Tuttavia, negli ultimi quattro giorni, si è osservato un netto miglioramento, con valori medi di AQI e PM2.5 intorno a 30-40. La qualità dell’aria a Zoppola è generalmente buona, nonostante alcuni picchi.

  • Pordenone: Buona Qualità dell’Aria con Alcuni Picchi

A Pordenone, la qualità dell’aria è generalmente buona, ma si sono osservati alcuni picchi, soprattutto nel particolato fine (PM2.5), con valori massimi di 71 e 80 in alcuni giorni. Nei primi giorni, la media del PM2.5 era alta (circa 100-110), mentre il PM10 e i livelli di ozono e diossido di azoto erano più bassi. Questi dati sono in linea con le aspettative per una città più grande e popolata come Pordenone. Si è notata una forte oscillazione dei valori, più alti di sera e più bassi di mattina e pomeriggio.

  • Maniago: Aria Pulita e Valori Ottimali

A Maniago, la qualità dell’aria si distingue positivamente rispetto ad altre località. I valori medi di AQI e PM2.5 sono stati costantemente buoni, oscillando intorno a 80-85 e non superando mai i 90. Anche i livelli di ozono e diossido di azoto (NO2) sono risultati significativamente più bassi. Negli ultimi giorni di misurazione, la qualità dell’aria è ulteriormente migliorata, con valori intorno a 20-30, indicando un’aria complessivamente molto pulita.

  • Cordenons: Eccellente Qualità dell’Aria

I dati raccolti a Cordenons mostrano un’ottima qualità dell’aria. Le medie del particolato fine (PM2.5), che influenzano il valore AQI, si sono mantenute intorno a 80-90, mentre i livelli di diossido di azoto (NO2) e PM10 erano rispettivamente intorno a 20-30 e 50-60. L’ozono, generalmente basso in tutte le città monitorate, ha registrato valori tra 10 e 20. Gli ultimi giorni hanno evidenziato un ulteriore miglioramento della qualità dell’aria, rendendola ideale per attività all’aperto.

  • Fiume Veneto: Buona Qualità dell’Aria con Fluttuazioni Giornaliere

A Fiume Veneto, la qualità dell’aria è generalmente buona, sebbene si registrino variazioni giornaliere. I valori di AQI nei primi giorni rientrano nella categoria “non salutare” (circa 100-110), ma non sono eccessivamente elevati. Diossido di azoto e ozono mantengono livelli costanti e accettabili. Un netto miglioramento è stato osservato da domenica a lunedì.

  • Azzano Decimo: Andamento Positivo della Qualità dell’Aria

I dati di Azzano Decimo mostrano valori elevati di AQI e particolato fine, simili ad altre città. Tuttavia, il particolato grossolano rimane sotto i 70, mentre ozono e diossido di azoto sono mediamente bassi. Negli ultimi giorni, si è notato un significativo miglioramento, con lunedì come giorno “migliore” per la qualità dell’aria. In generale, la qualità dell’aria è abbastanza buona, tranne in alcuni giorni.

  • Porcia: Iniziale Alta Concentrazione di Particolato, poi Miglioramento

I primi giorni a Porcia hanno mostrato valori elevati di particolato fine (PM2.5) e grossolano (PM10), con picchi rispettivamente di 92 e 119, potenzialmente dannosi per la salute. L’ozono ha raggiunto picchi alti, ma non pericolosi, mentre il diossido di azoto è rimasto costante. Venerdì ha registrato i valori più alti, mentre lunedì i più bassi. Inizialmente la qualità dell’aria era scarsa, ma si è poi migliorata nel tempo.

  • Brugnera: Da Pessima a Perfetta

A Brugnera, i primi cinque giorni hanno mostrato livelli elevati di particolato, ma successivamente si sono abbassati notevolmente. La qualità dell’aria è passata da pessima a perfetta quasi da un giorno all’altro, nonostante alcuni picchi di particolato fine e grossolano. In generale, l’aria è stata buona, con alcuni picchi isolati.

  • Sacile: Miglioramento Progressivo della Qualità dell’Aria

I dati di Sacile indicano valori alti di particolato fine (PM2.5) nei primi cinque giorni, con un miglioramento successivo. L’ozono e il diossido di azoto sono rimasti costanti. Giovedì è stato il giorno peggiore, mentre domenica ha registrato valori ideali per attività all’aperto. Complessivamente, la qualità dell’aria è stata mediamente buona.

  • San Vito al Tagliamento: Oscillazioni e Miglioramento

A San Vito al Tagliamento, le prime giornate hanno mostrato oscillazioni nei valori di inquinamento, con alcuni picchi elevati. Tuttavia, gli ultimi quattro giorni hanno evidenziato una qualità dell’aria molto buona. L’ozono ha avuto variazioni maggiori, mentre il diossido di azoto è rimasto stabile. In sintesi, l’aria è migliorata notevolmente nel corso del tempo.

  • Spilimbergo: Ottima Qualità dell’Aria con Alcune Fluttuazioni

La qualità dell’aria a Spilimbergo è stata generalmente ottima, sebbene venerdì e sabato abbiano registrato valori elevati di particolato. Nonostante i picchi giornalieri, la media complessiva è stata buona. L’ozono ha mostrato variazioni più ampie rispetto ad altre città, mentre il diossido di azoto è rimasto costante, con alcuni picchi isolati. Spilimbergo si è distinta per le sue variazioni di valori più marcate.

Conclusione: Classifica della Qualità dell’Aria nelle Località di Pordenone

Dopo un’attenta analisi dei dati raccolti, possiamo stilare una classifica della qualità dell’aria nelle diverse località della provincia di Pordenone. Questa classifica è basata sui livelli medi di inquinamento, la frequenza dei picchi e la stabilità dei valori nel corso del periodo di misurazione:

  • Maniago: Si distingue per l’aria più pulita, con valori medi costantemente buoni e un netto miglioramento negli ultimi giorni di misurazione.
  • Spilimbergo: Nonostante alcuni picchi, la media complessiva è stata ottima, con variazioni più ampie di ozono.
  • Sacile: Ha mostrato un miglioramento progressivo, con una qualità dell’aria che è stata mediamente buona.
  • San Vito al Tagliamento: Inizialmente con valori elevati, ha visto un notevole miglioramento, concludendo con una qualità dell’aria molto buona.
  • Cordenons: Presenta una qualità dell’aria generalmente buona, con alcuni picchi nei primi giorni.
  • Fiume Veneto: Ha avuto un andamento positivo, passando da valori inizialmente elevati a una qualità dell’aria molto buona.
  • Azzano Decimo: Ha seguito un andamento simile a Cordenons, con un miglioramento significativo verso la fine del periodo di misurazione.
  • Brugnera: Nonostante alcuni picchi, ha mostrato una buona qualità dell’aria in generale.
  • Pordenone: Ha avuto una qualità dell’aria buona, ma con alcune fluttuazioni e picchi.
  • Zoppola: Inizialmente con valori “non salutari”, ha visto un miglioramento, ma con alcuni picchi isolati.
  • Porcia: Ha iniziato con una qualità dell’aria pessima, ma ha mostrato miglioramenti nel tempo.

Questa classifica offre una panoramica complessiva della situazione della qualità dell’aria nella provincia di Pordenone, evidenziando le aree con la migliore e la peggiore qualità dell’aria. È importante sottolineare che la qualità dell’aria può variare a seconda di numerosi fattori, e queste valutazioni sono basate sui dati specifici raccolti nel periodo di misurazione.

Fonti

Per la stesura di questo articolo e l’analisi della qualità dell’aria nella provincia di Pordenone, ci siamo affidati a diverse fonti autorevoli e riconosciute nel campo dell’ambiente e della salute. Le informazioni sono state raccolte grazie al contributo di:

  • ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale)
  • ARPAT (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana)
  • Università di Bari
  • Ansa
  • World Health Organization (WHO)
  • Enciclopedia Italiana Treccani
  • Ministero della Salute
  • Plume Labs

Le rilevazioni sulla qualità dell’aria sono state effettuate utilizzando l’applicazione “Plume Labs”, che fornisce dati dettagliati e aggiornati sull’inquinamento atmosferico.

Numero visualizzazioni: 76

Ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Riceverai informazioni aggiornate sulle nostre iniziative e pubblicazioni speciali

Aiutaci a migliorare

Rispondi a poche, semplici domande e consentici di rendere la nostra rivista ancora più utile ed efficace.